Castello di Canossa e Museo Nazionale Naborre Campanini

Culture

Castello di Canossa e Museo Nazionale Naborre Campanini

Il Castello di Canossa venne fondato probabilmente alla metà del X secolo da Adalberto Atto, colui che diede avvio a un’abile politica di acquisizioni, permute e conquiste che porterà la pronipote Matilda a governare su di un territorio esteso dal Veronese all’alto Lazio, dal Tirreno all’Adriatico.

Di quel primo antico complesso rimane ben poco: gli imponenti ruderi che oggi si vedono sulla rupe sono per lo più riferibili al tardo medioevo ed ai secoli successivi. Ciò si deve a molteplici fattori quali il naturale degrado delle strutture dovuto al tempo e all'abbandono, il collasso di parte dei versanti del massiccio roccioso ma anche ai danni riportati durante almeno due assedi. Il celeberrimo storico incontro del gennaio 1077 ha reso il nome di Canossa noto in tutto il mondo.

La rupe ospita il museo "Naborre Campanini", che espone i reperti provenienti dagli scavi del castello eseguiti negli ultimi decenni dell’Ottocento e voluti, per primo, dal sacerdote archeologo don Gaetano Chierici. La nostra Associazione propone visite guidate, visite animate in costume storico, laboratori didattici, mostre ed eventi culturali in ogni periodo dell’anno.

Potrebbero interessarti nei dintorni...

Sci
Reggio Emilia

Sci per grandi e piccini

Con piste attrezzate e lunghi percorsi di fondo, l’Appennino Reggiano è punteggiato da alberghi e ristoranti, dove clima familiare e cibo genuino sono gli ingredienti principali di una vacanza sugli sci.