Tempio della Beata Vergine della Ghiara - Reggio Emilia

Culture

Tempio della Beata Vergine della Ghiara - Reggio Emilia

 

La grandiosa cupola, innalzata da Francesco Pacchioni su disegno di Cosimo Paglioni da lui riformato, fu ricoperta dagli affreschi di Lionello Spada, allievo dei Carracci, la cui l'opera fu commissionata nel 1614. Nel Tempio della Beata Vergine della Ghiara, straordinario monumento di fede a Reggio Emilia, sorto a seguito di un prodigioso miracolo, l’opera di Spada è ispirato alle scritture dell’Antico Testamento e rivela le grandi qualità prospettiche dell’artista che riesce a superare se stesso soprattutto nella realizzazione degli angeli.      

Nel 1624 Il Consiglio Generale degli Anziani incaricò Giovan Francesco Barbieri, detto il Guercino, di realizzare la pala dell'Altare della Città (costruito a spese del Comune di Reggio, il cui stemma campeggia nella sommità), raffigurante la Crocifissione con la Madonna, la Maddalena, S. Giovanni Evangelista e S. Prospero, patrono di Reggio Emilia. La grande Pala, preceduta da molti disegni di studio, eseguita tra il 1624 e il 1625, è sicuramente l'opera di maggior impegno al rientro del Guercino in Emilia da Roma.

Potrebbero interessarti nei dintorni...