Le tre cupole del Correggio - Parma

Culture

Le tre cupole del Correggio - Parma

 

Fughe verso il cielo nei racconti magistrali di Antonio Allegri detto il Correggio alle tre cupole parmigiane. Descritta da Antonio Raffaello Mengs come “la più bella di tutte, che siensi dipinte prima e dopo di lui”, la cupola affrescata nel Duomo di Parma databile 1524-1530, situata sopra l'altare maggiore, rappresenta l’Assunzione della Vergine con un linguaggio innovativo per l’epoca, fatto di prospettive e scorci che segnano il transito tra terra e cielo in un vortice popolato di nuvole e luce.

Sempre del Correggio è l’affresco nella cupola della basilica di San Giovanni Evangelista che mostra Cristo circondato dagli undici apostoli, con l’anziano Giovanni – protagonista della visione - alla base, testimonianza dell’abilità dimostrata dal Correggio nel gestire le figure in scorcio, qui ben esemplificata nell’architettura di nuvole ma già presente negli affreschi della Camera di San Paolo, realizzati intorno al 1519 in una delle stanze dell’appartamento della badessa Giovanna da Piacenza con uno stile nuovissimo e originale che presuppone la conoscenza del lavoro di Mantegna a Mantova.

Potrebbero interessarti nei dintorni...