Animali fantastici... a Reggio Emilia

Nature
Culture

Animali fantastici... a Reggio Emilia

Chi ricorda i mitologici racconti sul pesce siluro riportati in “Radio Freccia” da Luciano Ligabue avrà intuito che anche a Reggio Emilia quella degli animali fantastici o leggendari è una tradizione dura a morire.

Tanto per cominciare, la Collezione Lazzaro Spallanzani – nel Palazzo dei Musei – comprende moltissimi esemplari del regno animale collegati alle ricerche dello scienziato. Le elettriche torpedini, i pesci, gli insetti e i vermi sono solo alcuni degli ospiti di questo piccolo circo delle meraviglie immobili, che custodisce anche il Cophanus Concatenatus, membro di una specie impossibile creata giocosamente tramite l’unione di parti animali e artificiali.

E, senza nulla togliere al rocker regista, il Ligabue più noto per il proprio legame con gli animali domestici e feroci di un regno a metà strada tra arte e follia è Antonio, pittore attivo in particolare a Gualtieri tra la prima e la seconda metà del ‘900. Se la Casa Museo Antonio Ligabue, nel comune reggiano, propone itinerari possibili sulla vita dell’artista attraverso oggetti, riproduzioni di opere, materiali audiovisivi e quadri autentici, all’interno di Palazzo Bentivoglio, la Fondazione Antonio Ligabue custodisce un archivio permanente di documenti circa la vita dell’artista e ha promosso una mostra con circa 40 opere – tra oli, disegni, incisioni e sculture - visitabile fino al 18 novembre 2018.

Potrebbero interessarti nei dintorni...

Romantik Hotel Stafler Sci bambini 1
Reggio Emilia

Sci per grandi e piccini

Con piste attrezzate e lunghi percorsi di fondo, l’Appennino Reggiano è punteggiato da alberghi e ristoranti, dove clima familiare e cibo genuino sono gli ingredienti principali di una vacanza sugli sci.