Le delizie piacentine

Taste

Le delizie piacentine

97 prodotti agroalimentari tradizionali: tutti i fiori all'occhiello della provincia di Piacenza.

I numeri parlano chiaro. Anche la provincia di Piacenza (unica in tutta Europa a poter vantare tre DOP nel comparto dei salumi) è di diritto parte della Food Valley dell’Emilia Romagna, punto d’intersezione di strade enogastronomiche dei Colli e della Bassa disseminate di stimoli lanciati al senso del gusto.

Tra i fiori all’occhiello del territorio, si contano ben 97 prodotti agroalimentari tradizionali - tra i quali 3 salumi DOP - pancetta, coppa e salame piacentini - 2 formaggi DOP - Grana Padano e Provolone Valpadana – e 17 vini DOC, tra cui gli autoctoni Gutturnio, Malvasia e Ortrugo.

In circa 150 km, la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini tocca le tradizioni e le culture, la storia e i sapori genuini, raccolti in un’esuberante scelta di vini DOC, salumi e formaggi DOP. Per non parlare delle tante pietanze che, tra primi piatti, secondi e dolci, sembrano esplodere di profumi e di colori: giusto per solleticare l’appetito, sarà sufficiente ricordare i panzerotti, i tortelli con la coda, gli anolini, i pisarei e fasö, la bomba di riso, stracotti e brasati, la "picula" di cavallo, la ciambella, la torta di mandorle, il castagnaccio e i turtlitt.

Con una lunghezza complessiva pari a circa 100 Km, la Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina, si sviluppa invece in una cornice di borgate circondate dalla storia e dai campi. Partendo da Caorso, si toccano Monticelli d'Ongina, Castelvetro Piacentino, Villanova sull'Arda, San Pietro in Cerro, Besenzone e Cortemaggiore. Il viaggiatore può sostare in una delle caratteristiche osterie lungo il Po, dove i gestori propongono i piatti tradizionali del Grande Fiume: dall'anguilla affumicata, agli stricc' in carpion, ai fritti d'ambolina, pescegatto e rane. Naturalmente, sulle tavole della Bassa non mancano mai il Grana DOP e il Provolone Valpadana DOP, il Cacio del Po, assieme ai tre salumi DOP piacentini, accompagnati dal grass pist, il Culatello, il Fiocchetto, il Salame Gentile e i famosissimi anolini. Tra gli ortaggi, sono tipici l'Aglio Bianco di Monticelli d'Ongina e il pomodoro, mentre la frutta è degnamente rappresentata dalle Ciliegie di Villanova d'Arda e da molte varietà di frutti antichi, come la mela cotogna. Tra i dolci, spiccano la Spongata e la Torta Sbrisolona, da gustare sorseggiando liquori come il Marsala all'uovo, il Bargnolino e il Nocino.