Musei Civici di Parma

Culture

Musei Civici di Parma

Scoprire i Musei Civici di Parma non costa nulla (l'ingresso infatti è gratuito) ma regala piacevolissime sorprese.

Il viaggio parte dalla Pinacoteca Stuard, nata alla metà del XIX secolo dalla fusione della collezione d'arte privata del benefattore parmense Giuseppe Stuard e del patrimonio della Congregazione di Carità San Filippo Neri, di cui Stuard era stato amministratore e cui egli aveva lasciato in eredità i suoi beni nel 1834. Ci sono opere di prim'ordine, di artisti come il Parmigianino, Annibale Carracci, Lavinia Fontana, Mattia Preti, Amedeo Bocchi. Nel percorso museale si trova poi il Sacello di San Paolo, che è forse l'edificio in alzato più antico della città. Una visita imprescindibile per scoprire la storia artistica di Parma.

Adatto ai più piccoli invece il Castello dei Burattini, una delle più importanti raccolte italiane del teatro dei burattini, dedicata a Giordano Ferrari, burattinaio parmigiano, abile intagliatore ma anche appassionato ricercatore, che diede vita a una collezione che oggi si snoda su circa trecento metri quadrati situati all'interno dell'antico Complesso di San Paolo, con un patrimonio di 2842 pezzi tra marionette, burattini, pupi, pupazzi, 637 pezzi tra fondali e quinte, 438 copioni (per la maggior parte manoscritti), una biblioteca specialistica sul teatro di figura e un archivio cartaceo consultabile dal pubblico (contenente manifesti, fotografie, lettere) per un itinerario stimolante e divertente.

Infine, agli amanti dell'opera e della musica immancabili si consiglia il Museo dell'Opera, che ha sede alla Casa della Musica o Palazzo Cusani, e attraverso oggetti, manifesti, fotografie, video, musiche e strumenti informatici illustra quattro secoli di opera in musica a Parma, e poi ancora la Casa del Suono, articolato percorso espositivo dove trova spazio una ricca raccolta di strumenti di comunicazione e riproduzione sonora, dal fonografo all'mp3, e infine la Casa Natale Arturo Toscanini, che raccoglie in piccole stanze dai bassi soffitti, cimeli, oggetti e documenti provenienti dalle varie abitazioni dove Toscanini ha vissuto. Infine, l'itinerario musicale può chiudersi al Teatro Regio, celebre per la sua intensa stagione operistica.

Info:
www.comune.parma.it
www.parmawelcome.it