Emilia 2020+21

Culture
08/02/2020 - 26/09/2021

Emilia 2020+21

Nell'anno di Parma Capitale Italiana della Cultura 20+21.

EVENTI A PARMA

I quadri di Pietro. Capolavori della Collezione Barilla d’Arte Moderna
Fino a fine 2021
Pinacoteca Stuard, Parma
Il progetto espositivo a cura di Giancarlo Gonizzi, voluto e organizzato dal Comune di Parma e dalla Famiglia Barilla, che mette in mostra – un quadro al mese – alcune delle più interessanti opere della Collezione Barilla di Arte Moderna, non esposte al pubblico da più di 25 anni. Febbraio 2021: “Il Lussemburgo", del 1937, di Filippo De Pisis. Dopo le opere di James Ensor e Alberto Savinio e Atanasio Soldati nei prossimi mesi sarà la volta di Chaim Soutine, Max Ernst, Giorgio Morandi, Fernand Léger, Ennio Morlotti, Renato Guttuso, Jean Dubuffet, Lucio Fontana e Pablo Picasso.
Per approfondire: parma2020.it

Design! Oggetti, processi, esperienze – Through Time
3 febbraio 2021 – 5 aprile 2021
Palazzo Pigorini,  Parma
3 febbraio 2021 – 30 giugno 2021
Abbazia di Valserena, Parma
Gli archivi dello CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione, custodi di un immenso patrimonio di conoscenze dei designer che hanno definito la cultura del progetto italiano nel Novecento, si aprono raccontando così i temi centrali del design. All’Abbazia di Valserena la parte centrale della mostra, a Palazzo Pigorini la sezione dedicata alla moda, in collaborazione con GIA, Imprese Settore Moda.
Press kit: csacparma.it

Renato Brozzi e la scultura animalista italiana tra Otto e Novecento
Fino al 30 maggio 2021
Museo Renato Brozzi, Traversetolo - Parma
La mostra è incentrata sul tema dell’animalismo e sulla figura di Renato Brozzi (Traversetolo 1885-1963). Presenti con oltre 100 opere, molte poco conosciute o del tutto inedite perché appartenenti a collezioni private, più di 50 artisti animalier, tra cui: Rembrandt Bugatti, Duilio Cambellotti, Guido Cacciapuoti, Antonio Ligabue, Guido Righetti, Sirio Tofanari, Felice Tosalli. La mostra è promossa dal Comune di Traversetolo e dal museo Renato Brozzi.
Per approfondire: parma2020.it

Ligabue e Vitaloni – Dare voce alla natura
Fino al 30 maggio 2021
Palazzo Tarasconi, Parma
Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma dedica una mostra, a cura di Augusto Agosta Tota, Marzio Dall’Acqua e Vittorio Sgarbi, ad Antonio Ligabue e Michele Vitaloni: due artisti che traggono la loro potenza rappresentativa da quella parte istintuale e primordiale che accosta la sfera umana a quella animale.
Per approfondire: parma2020.it

Fornasetti. Theatrum Mundi
Fino al 25 luglio 2021
Complesso Monumentale della Pilotta, Parma
Una mostra, a cura di Barnaba Fornasetti, Valeria Manzi e Simone Verde, che fa dialogare le forme classiche del Complesso della Pilotta con il design contemporaneo di Piero Fornasetti. Una produzione di Complesso Monumentale della Pilotta, in collaborazione con Associazione Fornasetti Cult.
Per approfondire: parma2020.it

Antelami a Parma, il lavoro dell’uomo, il tempo della terra
Fino al 31 agosto 2021
Battistero, Duomo e Museo Diocesano, Parma
A tu per tu con il grande Maestro Benedetto Antelami per una fruizione più che mai ravvicinata delle statue dei Mesi e delle Stagioni che scendono a terra dalla loro storica collocazione sul loggiato interno del Battistero per mostrarsi ai visitatori come mai prima.
La mostra è il punto focale di un programma realizzato dalla Diocesi per Parma 2020+21 con l’obiettivo di dare evidenza alla secolare attenzione della comunità cristiana parmense ai valori umani più profondi. In questo senso le statue dei Mesi e delle Stagioni aprono la strada a un approccio culturale multidisciplinare: racchiudono un alto valore simbolico-religioso, testimoniano una profonda riflessione antropologica ed esprimono un rapporto di pieno equilibrio tra uomo e ambiente, tra natura e cultura.
Una produzione di: Diocesi di Parma
In collaborazione con: Fabbriceria della Basilica Cattedrale; Capitolo della Basilica Cattedrale, Fondazione Cariparma, Conservatorio di Musica "A. Boito"; Comitato per Parma 2020
Sito web e prenotazioni: piazzaduomoparma.com
Per approfondire: parma2020.it

Umberto Eco, Franco Maria Ricci. LABIRINTI. Storia di un segno
17 aprile 2021 - 26 settembre 2021
Labirinto della Masone, Fontanellato - Parma
Il Labirinto di Franco Maria Ricci si trasforma in un Metalabirinto: come Virgilio fece da guida a Dante, così ombre nobili e sapienti, legate alla storia di Ricci – non solo Umberto Eco ma anche Jorge Luis Borges – accompagneranno i visitatori con transiti multimediali di parole e pensieri.
Nella prima sala, dedicata proprio a Eco, la voce e i testi del grande scrittore, guideranno il pubblico in un labirinto dalle pareti riflettenti: un dedalo di specchi animato da visioni che invitano a rileggere la storia del labirinto e i suoi significati simbolici e psicologici.
Nella seconda sala comparirà la Storia dei labirinti del mondo; numerose le opere che appariranno, in una sorprendente proiezione a 360°.
E ancora, nella terza e ultima sala, prestiti importanti da musei internazionali e volumi antichi illustrati con labirinti, per toccare con mano l’idea del labirinto e di come questo simbolo abbia partecipato alla Storia del mondo.
Una produzione di: Labirinto della Masone
A cura di: Edoardo Pepino e Giovanni Mariotti
Progetto espositivo: Neo [Narrative Enviroments Operas]
Sito web: labirintodifrancomariaricci.it

Adornamenti da Tavola. Porcellane europee del 700 per i Duchi di Parma
18 aprile 2021- 28 giugno 2021
Reggia di Colorno - Parma
Dal Quirinale e da altre sedi tornano in Reggia, le porcellane di Meissen, Sèvres, Vincennes, Chantilly e Doccia, tesori dei Duchi di Parma. Altre e altrettanto preziose porcellane delle manifatture di Meissen, Sèvres, Vincennes, Chantilly, Doccia e Capodimonte, sempre appartenenti a quello che era il patrimonio ducale, torneranno “a casa” dalle Gallerie degli Uffizi, dal Museo della Villa Medicea di Poggio di Caiano, dai Musei Reali di Torino, accompagnate da documenti concessi dall’ Archivio di Stato. Queste opere raffinate e di qualità altissima evidenziano come il gusto alla corte dei duchi di Parma si fosse plasmato in pieno accordo con i modelli francesi sviluppati nel Settecento, quando ricchezza decorativa e desiderio di ostentazione accompagnavano l’allestimento delle tavole del vecchio continente.
Creato da: Giovanni Godi
In collaborazione con: Palazzo del Quirinale, Complesso Monumentale della Pilotta di Parma, Gallerie degli Uffizi, Museo della Villa Medicea di Poggio a Caiano, Musei Reali di Torino, Fondazione Cariparma, Archivio di Stato di Parma e collezionisti privati
Maggiori informazioni: parma2020.it

Amedeo Modigliani fra disegno e pittura Femme au col blanc e altri ritratti dal Musée de Grenoble
22 aprile 2021 – 4 luglio 2021
Fondazione Magnani Rocca, Mamiano - Parma
L’esposizione, grazie alla collaborazione col Musée de Grenoble, di sei opere di Modigliani, fra pittura e disegno, consente di analizzare il rapporto fra grafica e pittura e di cogliere i principali riferimenti culturali nel suo lavoro di ritrattista. Vengono esposti il dipinto Femme au col blanc, olio su tela del 1917, raffigurante Lunia Czechowska, moglie dell'amico d’infanzia Léopold Zborowski, mercante d'arte e mecenate di Modigliani, e cinque ritratti a matita di personaggi della capitale francese degli anni Dieci, dove egli fu al centro della scena artistica, al tempo all’avanguardia internazionale.
Maggiori informazioni: parma2020.it

Sentiero d’arte - Langhirano Torrechiara 2020
20 giugno 2020 – fine 2021
Da Langhirano a Torrechiara
Da un’idea di F.lli Galloni Spa nasce questa passeggiata di bellezza e contemplazione che collega i principali luoghi che caratterizzano l’area del Comune di Langhirano: un itinerario attraverso prati e colline, boschetti e vigneti, in un ambiente naturale rimasto immutato nei secoli. Il progetto è a cura di Ass. Sentiero d’arte Langhirano Torrechiara Odv, in collaborazione con Comune di Langhirano.
Per approfondire: parma2020.it

Opera!
19 settembre 2021 - 13 gennaio 2022
Palazzo del Governatore, Parma
Un viaggio per penetrare e comprendere l’identità della vita sociale e culturale della nostra storia nazionale attraverso Parma, la Nazione ed il suo rapporto con l’Opera grazie a fotografie, carteggi, documenti multimediali e di registrazioni storiche, articoli di giornale, bozzetti, figurini e costumi, superando l’approccio tradizionale e storicistico e – in linea con la riflessione del Festival verdi – portando il pensiero prepotentemente sul presente.
Una produzione di: Comune di Parma – Casa della Musica, in collaborazione con Fondazione Teatro Regio di Parma.
A cura di: Gloria Bianchino e Giuseppe Martini
Allestimento scenico: Margherita Palli
Sito web: parma2020.it

EVENTI A PIACENZA

Il “Ritratto di Signora” di Klimt torna a casa
Galleria Ricci Oddi, Piacenza
Il 28 novembre il dipinto, trafugato 22 anni fa e ritrovato l’anno scorso nel giardino della Galleria Ricci Oddi, ha ritrovato il suo posto.
L’evento si inserisce nel “Progetto Klimt”, un percorso di appuntamenti ed esposizioni collaterali che avvicinerà il pubblico ad una grande mostra incentrata sull’artista. È previsto un programma in quattro tappe, la prima, dal titolo “Klimt e i maestri segreti della Ricci Oddi” aprirà in primavera 2021, seguiranno le altre fino al 2022.
Sito web: riccioddi.it

Nuova Sezione Romana ai Musei Civici
Musei Civici di Palazzo Farnese, Piacenza
Il 16 maggio nel Palazzo Farnese sarà inaugurato lo spazio dedicato agli oltre mille reperti di epoca romana, molti dei quali inediti, che illustrano la storia millenaria di Piacenza.
Un nuovo allestimento valorizzerà e migliorerà la fruizione del ricco patrimonio di oggetti che raccontano la storia della città, fondata nel 218 a.C., il suo impianto urbanistico e viario, i suoi edifici, la vita quotidiana e i culti.
Il percorso, arricchito da dispositivi multimediali, ricostruzioni di ambienti e “reperti parlanti”, terminerà con il racconto della crisi dell’impero romano, tramite opere risalenti alla cultura longobarda.
Sito web: palazzofarnese.piacenza.it - piacenza2020.it

La Madonna Sistina di Raffaello rivive a Piacenza
maggio 2021 - 31 ottobre 2021
Complesso Monastico di San Sisto, Piacenza
L’esposizione conduce i visitatori alla scoperta del monastero benedettino di San Sisto e del suo patrimonio artistico a partire dal celebre dipinto che ritorna virtualmente nella città per la quale fu realizzato.
Sito web: piacenza2020.it

EVENTI A REGGIO EMILIA

Atlanti, ritratti e altre storie
Fino al 26 marzo 2021, dal mercoledì al venerdì
Palazzo da Mosto, Reggio Emilia
Collettiva che raccoglie le personali dei tre vincitori dell’open call lanciata da FOTOGRAFIA EUROPEA 2020, a cui sono stati aggiunti tre progetti selezionati dalla giuria.
La raccolta offre una vetrina ad Alessandra Baldoni, Alexia Fiasco, Francesco Merlini, Manon Lanjouère, Giaime Meloni e Denisse Ariana Pérez.
Info: www.palazzomagnani.it

True Fictions. Fotografia visionaria dagli anni ‘70 ad oggi
Fino al 28 marzo 2021, dal mercoledì al venerdì
Palazzo Magnani, Reggio Emilia
Prima esposizione in Italia dedicata a un fenomeno, quello della staged photography, che, a partire dagli anni Ottanta, ha rivoluzionato il linguaggio fotografico e la collocazione della fotografia nell’ambito delle arti contemporanee.
La mostra presenta il lato più immaginifico della fotografia, attraverso i lavori di maestri come Cindy Sherman e Yasumasa Morimura, passando per Erwin Olaf, David Lachapelle e Alison Jackson fino ad autori come Bernard Faucon e Eileen Cowin.
Info: www.palazzomagnani.it

Fotografia Europea 2021
21 maggio 2021 - 4 luglio 2021 (anteprima il 14-15-16 maggio)
Nuova edizione del festival internazionale dedicato alla fotografia contemporanea.
Il tema, tratto da un celebre verso di Gianni Rodari, sarà “Sulla Terra e sulla Luna/ fate largo ai sognatori”, un invito a continuare a guardare in alto, soprattutto in questi momenti di spaesamento, a portare contributi visivi che accompagnino gli sguardi verso prospettive nuove e necessarie.
Prodotto e promosso dal Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani, con una nuova direzione artistica composta da Walter Guadagnini (direttore di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia e docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna), Diane Dufour (fondatrice dello spazio espositivo parigino Le Bal) e Tim Clark (capo redattore del magazine 1000 Words), il Festival offrirà un programma denso di eventi, alla presenza di artisti internazionali, per convivere al meglio con le restrizioni che ci accompagneranno ancora per i prossimi mesi, proponendo per la prima volta cinque mostre open air.
Info: fotografiaeuropea.it

Reconstruction - Giovane Fotografia Italiana 2021
21 maggio 2021 - 4 luglio 2021
Chiostri di San Domenico, Reggio Emilia
Durante il Festival Fotografia Europea non mancherà l’appuntamento con Giovane Fotografia Italiana, progetto del Comune di Reggio Emilia dedicato alla valorizzazione dei migliori talenti della fotografia contemporanea under 35 in Italia, con la mostra collettiva Reconstruction, a cura di Ilaria Campioli e Daniele De Luigi, dove saranno esposti sette nuovi progetti di Domenico Camarda, Irene Fenara, Alisa Martynova, Francesca Pili, Vaste Programme, Martina Zanin, Elena Zottola, selezionati da una giuria internazionale.
La fotografia può essere un linguaggio tra i più efficaci per ricostruire il passato, costruire il reale nelle sue multiple dimensioni, anticipare nuove visioni e un’idea di futuro.
Info: www.gfi.comune.re.it 

Caleidoscopica. Il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli
10 Settembre 2021 - 28 Novembre 2021
Chiostri di San Pietro, Reggio Emilia
Negli spazi cinquecenteschi dei Chiostri di San Pietro, aprirà anche la mostra “Caleidoscopica. Il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli”, rimandata a causa dell’emergenza sanitaria.
Dopo aver conquistato in pochissimi anni il mondo dell’editoria, della moda e della comunicazione, Olimpia Zagnoli torna a Reggio Emilia, città della sua infanzia, con un progetto espositivo capace di valorizzare le innumerevoli sfaccettature del suo lavoro.
La mostra ripercorre dieci anni della carriera dell’illustratrice mostrando il suo tratto inconfondibile declinato in disegni, stampe, neon, tessuti, sculture in ceramica, legno e plexiglas e oggetti di uso comune.
Info: www.palazzomagnani.it

Palazzo dei Musei a Reggio Emilia inaugura un nuovo spazio
Palazzo dei Musei, Reggio Emilia
Uno degli eventi di punta 2021 della città sarà l’apertura in primavera di una nuova sezione del museo, il primo piano, precedentemente occupato in parte dalle collezioni di “preistoria e protostoria” e in parte dalla Galleria Fontanesi ora vedrà un allestimento innovativo capace di raccontare il territorio con un linguaggio accattivante e contemporaneo.
L’intervento, effettuato dallo studio dell’architetto Italo Rota insieme allo staff dei Musei, compie un importante passo avanti nel lungo percorso di ristrutturazione dell’edificio, iniziato nel 2014 con il recupero di uno spazio inutilizzato, ora Temporary museum, sede di eventi espositivi come On The Road o Antonio Fontanesi e la sua eredità. I nuovi allestimenti di Palazzo dei Musei riproporranno le collezioni archeologiche ed artistiche attraverso un grande racconto del territorio, della città e delle persone; e il tutto guidato dall’idea di creare un laboratorio sempre attivo di sperimentazione, uno spazio che cittadini e visitatori possano fruire nella quotidianità.
Sito web: musei.re.it

Reggionarra 2021
Come ogni anno, in primavera, Reggio diventa per un weekend la “città delle storie”, grazie a narratori professionisti, compagnie teatrali e genitori in qualità di raccontastorie.
Nella città nota per l’attenzione ai bambini e alle attività educative, torna il progetto culturale dedicato all’arte del narrare, nato nel 2006 nell’ambito dell’Istituzione Scuole e Nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia e di Reggio Children, in collaborazione con diverse istituzioni culturali pubbliche e private del territorio.
Seguirà il 4, 5, 6 giugno 2021 il festival internazionale Kids che ricrea dal vivo la formula della rivista omonima per bambine e bambini che ogni mese pubblica in italiano il meglio della stampa straniera destinata a lettori tra i sette e i tredici anni ideato per spiegare ai più piccoli grandi temi d’attualità, attraverso una serie di attività, incontri e presentazioni di libri per ragazzi.
Sito web: reggionarra.it

Collezione Maramotti
Via fratelli Cervi, 66 - Reggio Emilia
È ricchissima la programmazione della Collezione che, con una costante attenzione all'andamento della situazione sanitaria, prevede una lista di progetti futuri e una nuova esposizione: www.visitemilia.com/organizza-la-tua-visita/collezione-maramotti



Potrebbero interessarti nei dintorni...

Graziella Urso e Mauro Turini Agriturismo Ca Bianca Borgo Val di Taro PResterno3

Cambio vita in Appennino Emiliano

Un viaggio alla scoperta di storie ed esperienze di chi ha avuto il coraggio e l’intraprendenza di cambiare vita tra gli scenari naturali delle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, luoghi ideali per reinventarsi, seguendo ideali e talenti.