Dall’Espressionismo alla Nuova Oggettività. Avanguardie in Germania

Culture
23/11/2018 - 24/02/2019

Dall’Espressionismo alla Nuova Oggettività. Avanguardie in Germania

Il Palazzo del Governatore di Parma ospita la mostra "Dall’Espressionismo alla Nuova Oggettività. Avanguardie in Germania", con 40 opere dei maggiori rappresentanti della corrente sviluppatasi in Germania nella prima metà del Novecento, provenienti dal Von der Heydt Museum di Wuppertal (Germania).

Prezzo: Biglietti: intero 10 euro, ridotto 6 euro, ridotto scuole e studenti 4 euro.

Da Ernest Ludwig Kirchner a Emil Nolde, da Alexei Jawlensky ad August Macke, da Vassilj Kandinskij a Franz Marc, l’esposizione presenta – come ha affermato il curatore Lorand Hegyi - «un approfondimento fresco e allegro di rivisitazione e rivalutazione di un così importante movimento artistico, che più di 100 anni dopo la sua nascita conserva un precetto estetico ed etico ancora estremamente diretto ed essenziale attraverso un linguaggio empatico che trasmette con efficacia messaggi toccanti, drammatici e spirituali».
La prima delle due sezioni in cui è articolato il percorso si concentra sull'Espressionismo tedesco, offrendo ai visitatori l’opportunità di ammirare lavori paradigmatici per lo più provenienti dalla cerchia dei gruppi di artisti del Die Brücke (Il Ponte) di Dresda, del Der Blaue Reiter (Il Cavaliere azzurro) di Monaco e di Der Sturm, la rivista d’arte e galleria con base a Berlino.
La seconda apre invece una panoramica sui cambiamenti estetici negli anni del primo dopoguerra, quando rappresentanti della Nuova Oggettività (Neue Sachlichkeit) quali Karl Hofer, Eberhard Viegener, Otto Dix, Max Ernst e Jankel Adler hanno teorizzato e attuato una nuova atmosfera artistica, riflesso della disillusione post-bellica.
Per la sua qualità, l’esposizione di Palazzo del Governatore di Parma è stata inserita tra gli eventi dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, promosso dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell'Unione Europea, coordinato dal MiBAC - Ministero per i beni e le attività culturali.

Alexej von Jawlensky, Occhi neri, 1912
Olio su tela
Wassily Kandinsky, Case a Monaco, 1908
Olio su tela
Diritti fotografici: Von der Heydt-Museum Wuppertal / Photo: Antje Zeis-Loi, Medienzentrum Wuppertal

Potrebbero interessarti nei dintorni...