Destinazione Turistica Emilia

Destinazione Turistica Emilia è un’area turistica che comprende i territori di 3 città:

ParmaPiacenza e Reggio Emilia

Noi diciamo che se l’Emilia Romagna è la Food Valley Italiana, il suo cuore siamo Noi.

Dal Parmigiano Reggiano al Prosciutto di Parma, ai salumi dop di Piacenza, pancetta, coppa  e salame, siamo una terra dove il cibo racconta storie della nostra eredità millenaria.
Fare turismo in Destinazione Turistica Emilia significa quindi “gustare” la vita partendo dal cibo attraverso le storie che intorno al cibo hanno costruito la  Nostra Comunità.

Ma Destinazione Turistica Emilia è anche rocche, castelli, dimore storiche: 50 di età diverse dal castello di Canossa del 1000 a quello di Torrechiara che è stato teatro delle riprese del film Ladyhawke, dalla Reggia di Colorno, fino a quello di Rivalta che non si fa mancare ben 2 fantasmi!
Nei castelli si può vivere un’esperienza da favola, si possono organizzare sontuosi banchetti e matrimoni, si può dormire in ambienti regali.
Una terra che ama la tradizione ma è anche fatta di instancabili innovatori, cosi’ le tre città, fondate 2200 anni fa lungo la romana via Emilia, sono uno scrigno di storia e di bellezze artistiche, dal romanico al rinascimento al barocco, ma che ospitano anche le opere contemporanee di Santiago Calatrava e di Renzo Piano.

Destinazione Turistica Emilia è anche natura, la natura placida, rettilinea e fertile della pianura attraversata dal Fiume Po, il più lungo d’Italia. Bello e invadente, con i suoi tramonti  infuocati e le sue nebbie invernali può essere navigato su una splendida motonave, si può pedalare lungo le sue rive in bicicletta, fermarsi nelle osterie dove si mangia culatello e si beve lambrusco,  il tutto condito con le note della musica  lirica, quella del grande Giuseppe Verdi, nato proprio nella nostra terra. 
Terra di musicisti nell’800 con Verdi e il maestro Toscanini, ma anche nel dopoguerra con i cantanti rock , Ligabue e Zucchero Fornaciari.
La nostra è anche terra di monasteri, come quello di San Colombano a Bobbio, uno dei piu’ importanti d’Europa, nel medioevo, ma anche di cammini segnati dal passaggio dei pellegrini medievali diretti a Roma. La via Francigena, la via degli Abati e la via Matildica del Volto Santo, sono 3 “autostrade verdi” per chi oggi vuole fare turismo lento, approfittando di un' eredità  culturale senza pari.

Attraverso queste vie si va dalla piatta pianura in riva al fiume Po agli oltre 2000 m. del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, un' estesissima zona di tutela della relazione tra uomo e ambiente, una zona MAB UNESCO, dominata dalla montagna citata da Dante nella Divina Commedia, la pietra di Bismantova. Ma non basta, la nostra terra generosa ci riserva anche fonti termali e luoghi di benessere; il più suggestivo è Salsomaggiore con un  impianto termale in stile liberty, con una posizione strategica a pochi passi dalla città e non troppo distante dal crinale della montagna appenninica… e per brindare al gusto della vita in Destinazione Turistica Emilia  ci sono i vini: il lambrusco, rosso come rubino, sincero e frizzante, ma anche il gutturnio e i bianchi, la splendida malvasia, l’ortrugo e la spergola, un antico vitigno quest’ultimo sempre più apprezzato per gli aperitivi.

Vi aspettiamo nelle nostre città, si sente il profumo della campagna e l’accoglienza è quella di chi ancora si da’ il tempo di conoscere l’ospite!

 

Per informazioni turistiche

IAT R

Ufficio IAT di Parma
www.turismo.comune.parma.it
tel. 0521 218889
turismo@comune.parma.it

IAT4

Ufficio IAT di Piacenza
www.comune.piacenza.it/benvenuti/iat-piacenza
tel. 0523 492001
iat@comune.piacenza.it

IAT4

Ufficio IAT di Reggio Emilia
https://turismo.comune.re.it/it
tel. 0522 451152
iat@municipio.re.it